Vai al contenuto

Terre Borromeo

Terre Borromeo è il nome che identifica i siti culturali e naturali che anticamente erano legati alla famiglia Borromeo e comprende Isola Bella e Isola Madre nell’arcipelago delle Isole Borromee sul Lago Maggiore; Parco Pallavicino a Stresa;
Parco del Mottarone lungo le pendici dell’omonima montagna;
Rocca di Angera, sul versante lombardo in provincia di Varese e Castelli di Cannero, situati nell’alto Verbano.

L’arcipelago delle Isole Borromee (Isol Boromei in dialetto locale) è situato nel medio Lago Maggiore, a occidente, nel Golfo Borromeo. Questo tratto di lago bagna i tre principali comuni turistici della zona: Stresa, Verbania e Baveno.

L’arcipelago si compone di tre isole, un isolino e uno scoglio:

Isola/Isolino/ScoglioSuperficie (ha)Abitanti (2001)Comune
Isola Madre7,84Stresa
Isola Bella6,436Stresa
Isolino di San Giovanni0,42Verbania (Pallanza)
Isola dei Pescatori3,457Stresa
Scoglio della Malghera0,02Stresa
Arcipelago Borromeo1899Stresa/Verbania
Lago-Maggiore_centro-seminari

Storia

Nel XIV secolo i Borromeo, potenti feudatari della zona ma originari di San Miniato, divennero proprietari delle isole e iniziarono così la loro trasformazione. Tutt’oggi la famiglia possiede ancora l’Isola Bella e l’Isola Madre, oltre ai tre scogli emersi conosciuti come Castelli di Cannero per via delle rovine di fortificazioni medioevali.

L’isola dei Pescatori è l’unica abitata stabilmente, anche se da una piccola comunità, mentre le due isole “sorelle” sono ambite tra i turisti che ammirano i due splendidi palazzi e i relativi giardini, famosi in tutta Europa per la qualità del paesaggio e per la cura e la varietà delle architetture vegetali, composte da oltre 2000 varietà di specie differenti.

Nell’Isola Madre è presente anche una numerosa fauna di volatili orientali, come pavoni bianchi, fagiani dorati e pappagalli, liberi nello splendido giardino.

L’Isola Bella possiede invece un giardino che, abilmente progettato nei secoli, presenta fioriture multicolori per tutto l’anno, a rotazione tra le varie specie floreali (rose, orchidee, bulbose, magnolie, frutteti, azalee, gardenie, glicini).

Nel 2019 The New York Times ha annoverato le Isole Borromee tra i dieci luoghi più affascinanti del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian